Stampa

Chi siamo

Scuola dei bambini e dei ragazzi che sorridono nella pace

Un percorso che è soprattutto un progetto educativo

Quando nel 1996-1997 abbiamo chiamato questo circolo didattico «scuola delle bambine e dei bambini» volevamo promuovere un modello di scuola attento ai bisogni di vita prima che di apprendimento dei tanti piccoli dai tre ai dieci anni che riempiono quotidianamente la nostra esperienza.

Quando poi abbiamo aggiunto la dizione «che sorridono» ci siamo sentiti più complici di un gesto di semplicità che spesso connota il comportamento dei bambini quando ci vedono, dopo qualche ora o qualche giorno: ci guardano e ..... sorridono.

Il divertimento come approccio metodologico.

Il sorriso come dimensione del rapporto insegnamento - apprendimento.

La vita a scuola che si ripete dentro e fuori ciascuno di noi operatori scolastici alla ricerca della migliore relazione possibile tra bambini ed adulti.

La storia di ogni singola giornata trascorsa in questa scuola è nella memoria delle bambine e dei bambini, delle maestre e dei maestri, delle mamme e dei papà.

Portiamo con orgoglio le immagini del nostro impegno pacifista tra il 2002 e il 2006 quando dentro ed intorno a questa scuola si sono mobilitati contro la guerra e per la pace mamme, papà, giovani, docenti, dipendenti, e tanti bambini con tanti colori.

E siamo convinti che la Pace e la serena quotidianità sia un diritto fondamentale delle bambine e dei bambini iracheni e siriani, palestinesi e iraniani così come dei tantissimi bambini africani.

Per questo la nostra etichetta, il nostro "marchio di qualità" è proprio "scuola delle bambine e dei bambini che sorridono nella pace".

I bambini prima di tutto, i bambini, sempre loro, infinita forma di energia e risorsa delle nostre esistenze di adulti.

Poi dal 2013 una grande bella novità con l'Istituzione dell'Istituto comprensivo e la fusione della qualificata scuola media "Guglielmo MARCONI".

Da qui l'ultima dizione:

Scuola dei bambini e dei ragazzi che sorridono nella Pace

 


Il Consiglio d'Europa tra il 2004 ed il 2006 sembra sentire le nostre opzioni (quasi via etere) e suggerisce ed invita le scuole di ogni ordine e di ogni stato europeo a creare le condizioni affinché si realizzino apprendimenti significativi.

L'Europa chiede alle scuole dell'Unione di modificare i piani di studio e le modalità didattiche affinché le scuole diventino luoghi in cui si possa "imparare ad imparare". Un apprendimento lungo tutta la vita, capace di costruire competenze nel sapere, saper fare e saper essere.

Noi non possiamo che essere orgogliosi di aver precorso questi tempi e queste tappe, pur se rimaniamo nella consapevolezza che nella nostra scuola occorre ancora fare tanto per dare meglio e di più e soprattutto per consentire ai bambini di essere "protagonisti dei propri apprendimenti".


Questo sito è un luogo informativo ma vuole anche essere un punto di incontro tra i tanti che si occupano dell'educazione dei bambini e delle bambine.


 

Ufficio del Dirigente scolastico dell' Istituto
sede Istituzionale: via Gianturco, 75 - San Giorgio a Cremano (Na)
Tel. 0815743460, @-mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio di Segreteria dell' Istituto
Plesso Rodari, via Pini di Solimena - San Giorgio a Cremano (Na)
Tel. 0817713736, @-mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.